di Fiorella Mancuso

Giornata all’insegna del relax e della convivialità quella trascorsa domenica 16 Giugno presso le Cantine Tagliafierro a Tramonti in occasione dell’incontro con la stampa specializzata. Qui, tra viti secolari incastonate in un paesaggio unico nel suo genere, vivono i coniugi Raffaele e Valentina Tagliafierro, giovanissima coppia di viticoltori che dal 2015 ha dato vita ad una nuova ma già affermata realtà imprenditoriale atta a preservare e valorizzare sempre più l’unicità di questi luoghi.

Ed è sempre qui che tra ciliegi e vitigni prendono corpo e sostanza i vini qui prodotti: uvaggi autoctoni di Tintore, Piedirosso e Sciascinoso(per quanto concerne i rossi); Falanghina, Pepella e Biancolella(per quanto concerne i bianchi). Un’armonia tra vista, olfatto e palato infine rendono pienamente merito alla perfetta riuscita del prodotto. Quattro per ora le proposte offerte(tutte prossime ad ottenere la dicitura di coltivazione biologica):- Tredici(bianco) in riferimento ai 13 frazioni presenti a tramonti(annata 2017);- Thesauri rosato Dop Costa d’Amalfi(annata 2017)- Tramunte Tramonti Rosso Dop Costa d’Amalfi(annata 2017)- Tagliafierro riserva  Tramonti Rosso Dop Costa d’Amalfi(annata 2015).

Per chi lo desiderasse le Cantine Tagliafierro offrono al pubblico esterno(previa prenotazione) la possibilità di degustazioni guidate con abbinamento vino-cibo in uno spazio completamente dedicato. Resta pertanto solamente da dire di andare visitare quanto prima questa nuova realtà imprenditoriale che, siamo certi, vi sorprenderà in ogni sua sfaccettatura.

Entra in carta la carne dei bovini di razza piemontese allevati da Dario Perucca

Nuovo menu con un ingresso eccellente per la Tavernetta Colauri di Napoli. Nel locale dei cugini Rosario Morra e Salvatore Esposito entra in carta, infatti, da metà maggio la rinomata carne dei bovini di razza piemontese allevati da Dario Perucca. Niente soia né insilati, allevamento etico e benessere degli animali: queste le regole base dell’azienda agricola del cuneese Cerutti Laura Maria diretta da Perucca, quarta generazione di allevatori, che conta attualmente 250 capi. Il risultato è una carne estremamente tenera e con pochi grassi, una buona parte dei quali sono Omega 3, che dà il meglio di sé battuta al coltello o poco cotta.

La new entry, che va a impreziosire la già ricca proposta di carni pregiate della Tavernetta Colauri,è perfettamente in linea con la filosofia di attenta ricerca di prodotti e materie prime da sempre seguita da Morra ed Esposito che propongono anche una variegata “Carta degli olii extravergini di oliva”, nonché delle interessanti selezioni di formaggi e salumi.

Il locale

Tavernetta Colauri apre nel settembre del 2007 nel borgo di Santa Croce, tra i Camaldoli e Chiaiano, per volere di Rosario Morra e Salvatore Esposito, cugini tra loro e originari del parco che ospita il ristorante. Il sodalizio si realizza dopo che Morra ed Esposito hanno perfezionato la loro preparazione, rispettivamente in cucina e in sala, con esperienze in Italia e all’estero.

Il locale prende il nome dalla famiglia nobile dei Colauri che, alla fine del 1200, per evitare la tassazione imposta dal governo Angioino si trasferì fuori dalle mura cittadine stabilendosi in quest’area chiamata “Rione dei Calori di sopra e di sotto”.

Rustica l’atmosfera della Tavernetta che presenta travi a vista e attrezzi agricoli fissati alle pareti. La cucina, prevalentemente di terra, è incentrata sui piatti della tradizione partenopea che seguono la stagionalità dei prodotti e sulla ricca proposta di carni servite su pietre ollari e pietre di sale rosa dell’Himalaya.

Ben strutturata la carta dei vini che annovera circa 800 etichette, in prevalenza nazionali, con una netta prevalenza di referenze campane, toscane e piemontesi. 

Tavernetta Colauri

Via Comunale Margherita, 245

Napoli

Tel. 081 7705639

www.tavernettacolauri.it

Contatti stampa

Laura Gambacorta

Mob. 349 2886327

Email: lauragambacorta@gmail.com

ne meno grassa e più ricca di Omega 3

nel nuovo menu della Tavernetta Colauri

Entra in carta la carne dei bovini di razza piemontese allevati da Dario Perucca

Nuovo menu con un ingresso eccellente per la Tavernetta Colauri di Napoli. Nel locale dei cugini Rosario Morra e Salvatore Esposito entra in carta, infatti, da metà maggio la rinomata carne dei bovini di razza piemontese allevati da Dario Perucca. Niente soia né insilati, allevamento etico e benessere degli animali: queste le regole base dell’azienda agricola del cuneese Cerutti Laura Maria diretta da Perucca, quarta generazione di allevatori, che conta attualmente 250 capi. Il risultato è una carne estremamente tenera e con pochi grassi, una buona parte dei quali sono Omega 3, che dà il meglio di sé battuta al coltello o poco cotta.

La new entry, che va a impreziosire la già ricca proposta di carni pregiate della Tavernetta Colauri,è perfettamente in linea con la filosofia di attenta ricerca di prodotti e materie prime da sempre seguita da Morra ed Esposito che propongono anche una variegata “Carta degli olii extravergini di oliva”, nonché delle interessanti selezioni di formaggi e salumi.

Il locale

Tavernetta Colauri apre nel settembre del 2007 nel borgo di Santa Croce, tra i Camaldoli e Chiaiano, per volere di Rosario Morra e Salvatore Esposito, cugini tra loro e originari del parco che ospita il ristorante. Il sodalizio si realizza dopo che Morra ed Esposito hanno perfezionato la loro preparazione, rispettivamente in cucina e in sala, con esperienze in Italia e all’estero.

Il locale prende il nome dalla famiglia nobile dei Colauri che, alla fine del 1200, per evitare la tassazione imposta dal governo Angioino si trasferì fuori dalle mura cittadine stabilendosi in quest’area chiamata “Rione dei Calori di sopra e di sotto”.

Rustica l’atmosfera della Tavernetta che presenta travi a vista e attrezzi agricoli fissati alle pareti. La cucina, prevalentemente di terra, è incentrata sui piatti della tradizione partenopea che seguono la stagionalità dei prodotti e sulla ricca proposta di carni servite su pietre ollari e pietre di sale rosa dell’Himalaya.

Ben strutturata la carta dei vini che annovera circa 800 etichette, in prevalenza nazionali, con una netta prevalenza di referenze campane, toscane e piemontesi. 

Tavernetta Colauri

Via Comunale Margherita, 245

Napoli

Tel. 081 7705639

www.tavernettacolauri.it

Contatti stampa

Laura Gambacorta

Mob. 349 2886327

Email: lauragambacorta@gmail.com